Le News di Ufficio Postale


Vacanza Rovinata? Richiedi il Rimborso e il Risarcimento direttamente da Casa

Vacanza Rovinata? Richiedi il Rimborso e il Risarcimento direttamente da Casa

La tua vacanza da sogno si è trasformata in incubo? Il programma di viaggio non è stato rispettato? Il tuo alloggio era di qualità inferiore rispetto a quello promesso? Non sono stati forniti tutti i servizi previsti dal tuo pacchetto? Non perdere tempo richiedi il risarcimento per danno da vacanza rovinata.

Vediamo insieme che cos'è il danno da vacanza rovinata e scopriamo le modalità e le tempistiche per procedere alla richiesta di risarcimento danni senza muoverti da casa.

Che cosa si intende per "danno da vacanza rovinata"

Per danno da vacanza rovinata si intende un danno che il turista subisce a causa dell'impossibilità di godere pienamente del viaggio acquistato per problemi legati all'organizzazione del soggiorno, del mezzo di trasporto o da altre cause che compromettono lo stato psicofisico del viaggiatore. 

Per quali tipo di danni può essere effettuato il reclamo?

L'organizzatore e l'intermediario sono tenuti al risarcimento del danno in caso di mancato o inesatto adempimento delle obbligazioni assunte con la vendita del pacchetto turistico.  Si considera inesatto adempimento le difformita' degli standard qualitativi del servizio promessi o pubblicizzati.

Per tutti i problemi e i disservizi associati al pacchetto turistico, anche in caso di acquisto online, si può procedere quindi alla richiesta del risarcimento purché il danno non sia «di scarsa importanza» (articolo 1455 del Codice civile). 

In pratica si potrà procedere a richiedere il risarcimento del danno ad esempio quando albergo, casa vacanza, campeggio non corrisponde a quello acquistato o quando alcuni servizi previsti da pacchetto non vengono offerti.

Come procedere alla richiesta danni?

E' il codice del turismo (art. 49 Reclamo) che stabilisce esplicitamente le modalità:

1. Ogni mancanza nell'esecuzione del contratto deve essere contestata dal turista, mediante tempestiva presentazione di reclamo affinche' l'organizzatore, il suo rappresentante locale o l'accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio.

 2. Il turista puo' altresi' sporgere reclamo mediante l'invio di raccomandata o di altri mezzi che garantiscono la prova dell'avvenuto ricevimento, all'organizzatore o all'intermediario, entro dieci giorni lavorativi dalla data di rientro nel luogo di partenza.

In pratica il turista deve immediatamente comunicare la mancanza all'organizzatore in via diretta oppure tramite l’agenzia di viaggio, affinché questo possa intervenire e porre rimedio.

Nel caso l'organizzatore non intervenga in tempi ragionevoli, il viaggiatore deve raccogliere più prove possibili (foto, dichiarazioni, etc.) dell'eventuale mancanza e procedere ad inoltrare reclamo e richiedere il rimborso e risarcimento sia della perdita patrimoniale sia non patrimoniale.

Il reclamo deve essere inviato per iscritto via raccomandata con ricevuta di ritorno sia al tour operator sia all'agenzia di viaggi, non oltre i 10 giorni lavorativi dal rientro a casa o nel luogo di partenza. Tale scadenza, tuttavia non rappresenta un termine di decadenza dal diritto ad essere risarciti, secondo la cassazione la contestazione può essere anche successiva a condizione, però, che avvenga entro il termine di un anno dal rientro dal viaggio. Alla lettera di reclamo deve essere allegata la relativa documentazione associata al danno.

Come quantificare i danni da vacanza rovinata?

Nella lettera di reclamo può essere inoltrata sia la richiesta di rimborso (cioè quando nel corso della vacanza non si sia potuto usufruire di un servizio compreso nel pacchetto acquistato a causa di un impedimento imputabile all’organizzatore del viaggio o ad un suo incaricato) sia di risarcimento (conforto al disagio subito, cioè minor godimento della vacanza).

Come abbiamo anticipato le richieste di rimborso o di risarcimento devono essere sempre quantificate in valore monetario. Il valore del rimborso viene calcolato in base al costo del servizio non erogato e alle spese extra sostenute, ad esempio in caso nel pacchetto sia incluso il trasporto a carico dell'organizzatore e questo servizio non viene erogato deve essere quantificato il costo del biglietto del bus o del taxi per raggiungere l'albergo dall'aeroporto di cui il turista si è fatto carico.

La quantificazione del risarcimento danno vacanza rovinata è più difficile da misurare, in quanto non è possibile far riferimento a parametri oggettivi, e va calcolato tenendo conto dell'effetto che i problemi, la durata e il costo della vacanza hanno avuto sulla nostra persona. Solitamente la quantificazione dell’ammontare di questo tipo di danno si fa in percentuale sul costo dell'intero viaggio acquistato. 

Nella lettera raccomandata ogni singola richiesta va motivata e documentata. 

In allegato è disponibile un facsimile da completare per la richiesta di rimborso e da inviare via raccomandata a/r  . 

Allegati:

Pagamenti Sicuri

Pagamenti Sicuri
Registrati e Risparmia

I nostri costi

Prodotto Standard Con Plafond
Telegramma 6,63 € 5,66 €
Raccomandata 6,89 € 5,87 €
Posta Prioritaria 3,94 € 3,36 €
Posta Ordinaria 1,82 € 1,55 €
Pubblicità in busta 1,82 € 1,55 €

Disponibile su Google Play

Dicono di noi