Le News di Ufficio Postale


Disdetta del Contratto di Affitto: Modulo e Fac-simile

Disdetta del Contratto di Affitto: Modulo e Fac-simile

Annullare il rinnovo di un contratto di affitto è semplice; è necessario seguire i pochi passi dell’iter predisposto, compilando il modulo di disdetta anticipata e inviandolo al proprietario dell’immobile per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno entro i termini stabiliti.

Vediamo ora insieme le mosse da fare per bloccare il rinnovo automatico di un contratto e quali sono i diritti e i doveri del locatore (il proprietario dell’immobile) e del conduttore (l’affittuario).

Disdetta del contratto di affitto di tipo abitativo: chi può effettuarla?

Nella maggior parte dei casi, il locatore non ha il diritto di disdire in anticipo un contratto di affitto, prerogativa di cui gode invece il conduttore, al quale è caldamente consigliato di tenere conto in ogni caso dei tempi di preavviso minimi per rispettare e tutelare i diritti del proprietario dell’immobile. Sempre con scopo abitativo, esiste inoltre la tipologia di contratto di locazione di natura transitoria, stipulato solitamente tra proprietario dell’immobile e studenti universitari, per la durata minima di un mese e massima di 18 mesi. Qualora l’affittuario decidesse di disdire il contratto, dovrebbe inviare la raccomandata con ricevuta di ritorno tenendo conto di un debito preavviso.

>> Scarica Modulo Facsimile di Disdetta per l'inquilino prima della scadenza

Nel caso in cui non avvenisse il recesso anticipato, invece, il contratto si annullerà automaticamente al termine del periodo previsto, senza oneri a carico né del locatore né del conduttore.

Nel contratto non transitorio, al contrario, se le parti non provvedono a recederlo entro la scadenza, questo si rinnoverà automaticamente per la durata prevista dallo stesso. Per i contratti di locazione non a uso abitativo, alla scadenza il rinnovo è automatico. Le attività commerciali seguono una formula 6+6, mentre le attività alberghiere 9+9.

Disdetta del contratto di affitto nel caso del conduttore

Con la locazione di tipo abitativo, il contratto stipulato tra le parti segue solitamente la formula denominata 4+4 (locazione libera), cioè con una durata di 4 anni e un successivo rinnovo di altri 4, oppure 3+2 (locazione a canone concordato), con contratto di 3 anni e rinnovo per ulteriori 2 anni. In caso di contratto di natura transitoria, è consigliato un preavviso minimo di 6 mesi e anche il locatore gode del beneficio di poter recedere il contratto di affitto, ma solo dopo il primo quadriennio (nella formula 4+4) o triennio (nella formula 3+2). Dopo l’eventuale disdetta, avvenuta tramite l’invio della raccomandata da parte del conduttore, il locatore dovrà rispondere necessariamente entro 60 giorni dalla ricezione della lettera di rescissione del contratto di affitto.

>> Scarica Modulo Facsimile di Disdetta per l'inquilino a prima scadenza


>> Scarica Modulo Facsimile di Disdetta per proprietario a prima scadenza

Per i contratti di locazione non a uso abitativo, se si decide di avviare la procedura di disdetta del contratto di affitto, bisogna inviare la raccomandata con un determinato preavviso, 12 mesi prima della scadenza se si tratta di attività commerciali, 18 mesi per le attività alberghiere.

Disdetta del contratto di affitto nel caso del locatore

Il locatore può richiedere la disdetta del contratto di affitto prima della scadenza nel caso in cui provveda a comunicare in maniera ufficiale la decisione all’inquilino, per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno e con un preavviso di almeno sei mesi. Il locatore è tenuto a indicare il motivo, che deve essere previsto dalla legge. Per esempio, il proprietario dell’immobile può liberamente decidere di utilizzare la casa per esigenze personali o di parenti entro il secondo grado, di vendere l’immobile o di adibirlo per fini pubblici, sociali o culturali o ancora può decidere di recedere il contratto nel caso in cui l’abitazione sia danneggiata e necessiti di lavori di manutenzione, avendo però la sicurezza che l’inquilino abbia la disponibilità di un altro alloggio in cui traslocare.

La lettera di disdetta del contratto di affitto: modulo e fac-simile

Presa la decisione di recedere il contratto di affitto, la procedura da seguire per l’inquilino consta nell’invio di una lettera di recesso, da mandare al proprietario dell’immobile per mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, con adeguato anticipo, via posta elettronica certificata (PEC). Il conduttore deve inserire nella lettera i propri dati anagrafici, la domanda di disdetta del contratto di locazione e i dati relativi, le motivazioni della richiesta (motivi di lavoro o personali) e i tempi di attesa prima che l’immobile sia liberato. Si allega un fac-simile della lettera in formato PDF, strumento utile per il conduttore.

Infine, dopo aver portato a termine l’iter di disdetta, è necessario comunicare il recesso anche all’Agenzia delle Entrate, che provvederà a registrarlo secondo la procedura prestabilita. In caso di risoluzione anticipata del contratto, il conduttore dovrà inoltre pagare le imposte di registro, del valore pari a 67 euro, entro 30 giorni dalla rescissione dello stesso.

La raccomandata per la disdetta del contratto di affitto

Come già scritto in precedenza, l’invio di disdetta del contratto di affitto da parte di entrambe le parti deve avvenire per mezzo di una raccomandata con ricevuta di ritorno, per evitare disguidi o irregolarità, garantendo la massima trasparenza e l’ufficialità della disdetta, avendo a disposizione inoltre la documentazione da presentare in caso di ricorsi. Sul nostro sito è possibile usufruire del servizio di invio della raccomandata, in maniera facile e veloce, tramite una procedura guidata e snella.


Vuoi disdire senza file, in pochi secondi
e direttamente da casa o dall'ufficio?

Adesso puoi con Ufficio postale!

CLICCA E INVIA LA TUA RACCOMANDATA DI DISDETTA


Allegati:

Disdetta del Contratto di Affitto: Modulo e Fac-simile

Pagamenti Sicuri

Pagamenti Sicuri
Registrati e Risparmia

I nostri costi

Prodotto Standard Con Plafond
Telegramma 6,63 € 5,66 €
Raccomandata 6,89 € 5,87 €
Posta Prioritaria 3,94 € 3,36 €
Posta Ordinaria 1,82 € 1,55 €
Pubblicità in busta 1,82 € 1,55 €

Disponibile su Google Play

Dicono di noi