Canone Rai: la richiesta di Esenzione va presentata entro il 30 Giugno


Canone Rai: la richiesta di Esenzione va presentata entro il 30 Giugno
Francesca Columbu

ULTIMO AGGIORNAMENTO: GIUGNO 2022

 

Manca pochissimo al 30 giugno, ultimo giorno disponibile per la richiesta di esenzione del Canone RAI per la seconda parte del 2022.

Questo è l'ultimo anno in cui il canone viene addebitato sulla bolletta della luce, infatti dal 2023 -  su esplicita richiesta della Commissione Europea - i due pagamenti torneranno ad essere separati, come già avveniva fino a qualche anno fa.

Per quanto riguarda il 2022, l'importo del canone RAI rimane di 90 Euro obbligatorio per chi ha in casa un apparecchio televisivo. La somma viene addebitata direttamente sulla bolletta elettrica Enel, Ace, Eni, Sorgenia, Edison o altro gestore (pagamento a rate, 18 Euro bimestrali).

I contribuenti che non hanno un televisore (e/o che rispettano altri requisiti che elencheremo a breve) hanno diritto all’esenzione ma devono effettuarne comunicazione ogni anno alla RAI attraverso un apposito modulo; nello specifico, la richiesta va fatta entro il 30 giugno 2022 se si vuole essere esonerati per il semestre luglio-dicembre 2022. Vediamo quindi chi può fare richiesta di disdetta.

Chi può richiedere la disdetta del Canone Rai

La richiesta di disdetta del canone RAI 2021 può essere presentata se:

  • non si ha una televisione in casa: chi è titolare di un’utenza elettrica per uso domestico residenziale e non possiede una tv in casa, al fine di evitare l’addebito del canone Rai in bolletta dovrà dichiarare appunto che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a lui intestata è presente un apparecchio tv
  • si è possessori di seconde case: i titolari di un contratto di fornitura per una seconda casa che sono già esenti dal pagamento del canone per la prima casa o stanno pagando già il canone presso l’abitazione principale, non sono tenuti a versare il contributo per la seconda abitazione
  • l'utenza di fornitura elettrica è intestata ad altro familiare convivente
  • si ha un'età maggiore di 75 anni e il reddito annuo, sommato a quello del coniuge, non supera gli 8.000 euro
  • il titolare dell'abbonamento Rai è deceduto
  • l'abitazione è data in affitto e l’utenza della luce è ancora intestata al titolare dell’immobile mentre la disponibilità del televisore è solo degli inquilini

Come effettuare la richiesta di esenzione del Canone Rai

I soggetti non possessori di televisione e le altre categorie appena citate (ad eccezione degli over 75) dovranno inviare un Modulo di Dichiarazione Sostitutiva all’Agenzia delle Entrate, che trovi in Allegato. Questa dichiarazione va presentata direttamente dal contribuente o dall’erede.

Per quanto riguarda gli over 75 è previsto un modulo a parte, anche questo disponibile in Allegato a questo articolo.

La richiesta andrà inviata tramite Raccomandata (puoi farla Online cliccando qui), con in allegato una copia del documento di identità, all'indirizzo:
                
Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T.
Sportello abbonamenti TV
Casella Postale 22 – 10121 Torino 

 

NOTA BENE (1) L'indirizzo sul campo Destinatario della Raccomandata può essere inserito in forma abbreviata, in questo modo:

Nome: AGENZIA ENTRATE UFF.

Cognome/Ragione sociale: TORINO 1 S.A.T.

Presso: Ab.TV

 

NOTA BENE (2) Va selezionato "CASELLA POSTALE" (in alto) come Tipo di destinatario.

 

Vuoi inviare una Raccomandata senza file, in pochi secondi 
e direttamente da casa o dall'ufficio?

Adesso puoi con Ufficio postale!

INVIA LA TUA RACCOMANDATA

Canone Rai: la richiesta di Esenzione va presentata entro il 30 Giugno

Allegati:

Pagamenti Sicuri

Pagamenti Sicuri
Registrati e Risparmia

I nostri costi

Prodotto Standard Con Plafond
Telegramma 8,89 € 4,64 €
Raccomandata 7,85 € 4,82 €
Posta Prioritaria 4,42 € 2,76 €
Posta Ordinaria 1,92 € 1,27 €
Pubblicità in busta 1,92 € 1,27 €

I prezzi si intendono al netto di iva ove dovuta

Disponibile su Google Play Disponibile su App Store

Dicono di noi